Spazio Libero Cervantes

I Collettivi di sinistra sfruttano gli studenti

Redazione 9 ottobre 2015 News, Scuola
I Collettivi di sinistra sfruttano gli studenti

Ma quale corteo contro la buona scuola di Renzi, i collettivi di sinistra sfruttano gli studenti.

“Chi è sceso in piazza pensando di protestare contro la riforma della ‘buona scuola’ si è trovato a difendere le teorie gender e l’invasione degli immigrati”. Le accuse dei ragazzi di Assalto studentesco, gli studenti dello Spazio Libero Cervantes.

 “Noi oggi non siamo scesi in piazza – dichiara Simone Granata, responsabile di Assalto studentesco– perché non possiamo condividere nulla con chi vuole distruggere il nostro futuro: stamani tanti studenti pensavano di scendere in piazza a difesa della scuola pubblica, contro la riforma della buona scuola e invece si sono trovati a essere nel tempio dell’apologia del pensiero unico”.

 “Un corteo esclusivo per chi non è critico al pensiero unico –prosegue il responsabile di Assalto studentesco- è una manifestazione organizzata dai servi che vogliono approfittare della buonafede delle persone”.

“Noi non vogliamo essere burattini di nessuno: nei prossimi giorni –conclude il responsabile degli studenti del Cervantes- proseguiremo le nostre iniziative contro questa riforma rilanciando anche un modello di scuola e società diverso da quello che ci vogliono imporre”.

Like this Article? Share it!

Comments are closed.